SIGE

Che cos’è e a cosa serve

Ai sensi di quanto stabilito dall’articolo 20, comma 3, del decreto legislativo n. 50/2019, l’ANSFISA, i gestori dell’infrastruttura ferroviaria e le imprese ferroviarie hanno l’obbligo di segnalare immediatamente all’Organismo investigativo tutti gli incidenti ed inconvenienti che si verificano nel sistema ferroviario.

La DiGIFeMa, in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente, deve costantemente acquisire da tutti i soggetti preposti (gestori infrastrutture, imprese di trasporto, autorità competenti in materia di sicurezza ferroviaria e marittima, etc.) e successivamente elaborare ed analizzare i dati relativi agli incidenti ferroviari e marittimi.

Per assicurare la piena operatività e l’autonomo svolgimento dei suddetti compiti istituzionali assegnati alla DiGIFeMa è stato necessario procedere all’informatizzazione del processo di acquisizione dei dati relativi agli incidenti ferroviari, a quelli occorsi a sistemi di trasporto ad impianti fissi e marittimi (SIstema di GEstione delle segnalazioni di incidenti- SIGE), anche al fine di consentire una più efficace elaborazione dei dati stessi ed il loro successivo inserimento nelle banche dati nazionali ed internazionali.

Dal 1 gennaio 2019 è entrata in vigore la nuova Procedura di segnalazione alla Direzione Generale per le Investigazioni Ferroviarie e Marittime di incidenti ed inconvenienti, predisposta per dare attuazione alle disposizioni di cui all’art. 19 del decreto legislativo 10 agosto 2007, n. 162 (sicurezza delle ferrovie), all’art. 4 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 165 (sinistri marittimi) ed all’art. 15-ter della Legge del 4 dicembre 2017, n. 172  (sistemi di trasporto ad impianti fissi).