Impianti fissi

A seguito delle disposizioni previste dal comma 4 dell’articolo 15 ter della legge 4 dicembre 2017, n. 172, l’ambito di competenza della DiGIFeMa è stato notevolmente aumentato. Ai sensi della citata legge, la Direzione infatti effettua investigazioni anche sugli incidenti gravi occorsi:

  • in tutti i sistemi di trasporto ad impianti fissi (metropolitane, tram e veicoli leggeri su rotaia, filobus, scale e marciapiedi mobili, impianti a fune);
  • in tutte le reti ferroviarie funzionalmente isolate dalla rete ferroviaria nazionale ed adibite a trasporto pubblico locale.

I criteri con cui l’organismo decide in merito all’obbligo o all’opportunità di effettuare l’investigazione tecnica di sicurezza da parte dell’Organismo, vengono stabiliti in analogia a quanto previsto per il  settore ferroviario (Capo V, art. 19 del D.Lgs. 162/2007).

L’obiettivo strategico dell’organismo investigativo, anche in questo caso, viene perseguito attraverso l’individuazione delle cause dirette, indirette e a monte degli incidenti o inconvenienti di esercizio e nella definizione di eventuali Raccomandazioni di sicurezza.