• it

16 Febbraio 2017: Seminario organizzato da questa Direzione su “Analisi del Fattore umano nei settori ferroviario e marittimo”

 

Nel solco di quanto già da tempo avviene nel settore aereo, le Agenzie ERA ed EMSA nonché l’IMO hanno iniziato ad approfondire le tematiche connesse al cosiddetto “Human Element” ed al suo impatto sugli eventi incidentali nei settori ferroviario e marittimo.

In assenza di riferimenti normativi e operativi standardizzati sull’argomento in Italia, la DIGIFEMA ha ritenuto opportuno effettuare uno Studio sull’analisi dell’influenza dell’elemento umano sugli eventi incidentali dei due settori.

Lo Studio suddetto è stato redatto con il fine di delineare un quadro iniziale di riferimento per quanto attiene gli aspetti giuridici, le procedure e le metodologie più diffuse in materia di analisi del “Fattore umano” e di principi di Safety Culture nei due settori.

Ciò premesso, il giorno 16 febbraio 2017 alle ore 10,00, presso il Parlamentino del Consiglio Superiore dei lavori pubblici di questo Ministero, Via Nomentana, 2 – IV piano, si è tenuto un apposito seminario informativo sulla tematica.

Programma allegato

Comunicato stampa FERPRESS

Presentazioni

ing.  Fabio CROCCOLO – Direttore generale della DIGIFEMA – “Apertura lavori Workshop

ing. Giuseppe ALATI – Dirigente Divisione 1 della DIGIFEMA  “Analisi del fattore umano nei settori ferroviario e marittimo

ing. Giuseppe Acquaro – Dirigente RFI “La gestione del fattore umano in RFI

ing. Giovanni Caruso – Dirigente ANSF “La visione dell’ANSF sul fattore umano

C.V. (CP) Giovanni Greco – Ufficiale della Capitanerie di Porto “L’elemento umano nel settore marittimo

dott. Simon Mastrangelo – soc. ERGOPROJECT “Fattori umani ed evoluzione tecnologica