• en
  • it

DIGIFEMA effettua investigazioni sui sinistri marittimi

Principali fonti normative di riferimento per le investigazioni sui sinistri marittimi

  • Convenzione internazionale per la salvaguardia della vita umana in mare (SOLAS)
  • Convenzione internazionale per la prevenzione dell’inquinamento marino causato dalle navi (MARPOL)
  • Convenzione internazionale sul Lavoro Marittimo (ILO – MLC, 2006)
  • Risoluzione MSC.255(84), adottata il 16 maggio 2008, relativa a Codice degli standard internazionali e delle raccomandazioni per le inchieste sui sinistri e gli incidenti marittimi
  • Direttiva 2009/18/CE del 23 aprile 2009 che stabilisce i principi fondamentali in m

Norme e Linee guida internazionali

  • Convenzione internazionale per la salvaguardia della vita umana in mare (SOLAS)

La Regola I/21 fissa l’obbligo per l’amministrazione di bandiera di investigare i sinistri marittimi occorsi alle navi battenti la propria bandiera dai quali si possono trarre utili elementi ai fini del miglioramento delle norme esistenti e, altresì, a fornire i risultati delle investigazioni all’IMO.

Capitolo XI-1 – Misure speciali per rafforzare la sicurezza marittima.
Regola 6 – Introduce requisiti aggiuntivi per l’indagine sui sinistri e sugli incidenti marittimi; in particolare lo Stato Membro è invitato ad effettuare le indagini sui sinistri tenendo in considerazione le disposizioni contenute nella Risoluzione MSC.255(84) relativa a Codice delle inchieste sui sinistri.

  • Convenzione internazionale per la prevenzione dell’inquinamento marino causato dalle navi (MARPOL)

L’articolo 12 obbliga le amministrazioni ad investigare i sinistri occorsi alle proprie navi che hanno causato rilevanti danni all’ambiente marino e, altresì, a fornire i risultati delle investigazioni all’IMO.

  • Convenzione internazionale sul Lavoro Marittimo (ILO – MLC, 2006)

La Regola 5.1.6 della Convenzione MLC obbliga lo Stato membro a procedere ad un’inchiesta ufficiale su ogni sinistro marittimo grave che ha comportato feriti o perdite di vite umane che coinvolge una nave battente la sua bandiera.

  •  Risoluzione MSC.255(84), adottata il 16 maggio 2008, relativa a Codice degli standard internazionali e delle raccomandazioni per le inchieste sui sinistri e gli incidenti marittimi

Il Codice è obbligatorio dal 1° gennaio 2010, data di entrata in vigore della nuova Regola SOLAS XI-1/6 “Requisiti  supplementari per le investigazioni  sui sinistri  marittimi ”. Il Codice IMO si pone come obiettivo la realizzazione di un approccio comune degli Stati nello svolgimento delle indagini sui sinistri, per ricercare le cause tecniche dei sinistri marittimi in modo da trarne tutti gli insegnamenti possibili ai fini di migliorare la sicurezza marittima.

  • Risoluzione IMO A.1070(28) adottata il 4 dicembre 2013 Codice per l’attuazione degli strumenti obbligatori dell’IMO – IMO INSTRUMENTS IMPLEMENTATION CODE (III CODE)
  • Risoluzione IMO A.1075(28) adottata il 4 dicembre 2013 Linee guida per assistere gli investigatori nell’attuazione del Codice delle inchieste sui sinistri (Risoluzione MSC.255(84)
  • MSC-MEPC.3/Circ.4,  Revised harmonized reporting procedures  –  La circolare MSC-MEPC.3/Circ.4 abroga la Circolare MSC-MEPC.3/Circ.3 e contiene modifiche relative alla definizione di sinistro grave e alle caratteristiche dei rapporti sui sinistri e gli infortuni in mare da redigere in base alle Convenzioni internazionali MARPOL e SOLAS

 

Norme e Linee guida comunitarie e nazionali

  • Regolamento (CE) n. 1406 del 27 giugno 2002, come emendato, che istituisce un’Agenzia Europea per la Sicurezza marittima
  • Direttiva 2009/18/CE del 23 aprile 2009 che stabilisce i principi fondamentali in materia di inchieste sugli incidenti nel settore del trasporto marittimo
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 651 del 5 luglio 2011 della Commissione  che adotta il regolamento interno del sistema di cooperazione permanente stabilito dagli Stati membri in cooperazione con la Commissione a norma dell’articolo 10 della direttiva 2009/18/CE
  • Regolamento n. 1286/UE del 9 dicembre 2011 recante l’adozione di una metodologia comune d’indagine sui sinistri e sugli incidenti marittimi a norma dell’articolo 5, paragrafo 4, della direttiva 2009/18/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
  • Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 165 recante attuazione della direttiva 2009/18/CE